Servizio ClientiTel. (+39) 02 933 099 28 | (+39) 0383 89 06 12

Benvenuto!

- 58 %

Cuociriso elettrico smaltato bianco, cap. 5 litri

Prezzo di listino: 328,00 €

Prezzo Offerta 137,76 €

(* prezzi espressi iva esclusa)
Macchine Alimentari a prezzi sottocosto
Omaggi per acquisti
Servizio Clienti


Ristormarkt

Trova una sede
Trova la sede più vicina a te per acquistare i nostri prodotti.Trova una sede...

Consegna Espressa
Spedizioni in tutta Italia mezzo Corriere Espresso Leggi tutto...

Pagamenti Sicuri!
Diversi metodi di pagamento per effettuare acquisti sul nostro sito. Leggi tutto...

FAQ
Consulta le domande poste frequentemente Vedi le FAQ...

Descrizione prodotto

Dettagli

Esterno verniciato con maniglie laterali, coperchio in acciaio inox con manico, bacinella in alluminio. Spie luminose di cottura e riscaldamento, regolazione per cottura in automatico.
Ulteriori informazioni
Capacità 5 litres
Dimensioni (Larg x Prof x Alt) mm 450 x 450 x 250
Energia Ele
Fase 1F+N
Frequenza 50/60
KW Elettrico 1,950
Volt 230
Modello 4052

Recensioni

Recensioni utenti (4)

il consiglio tecnico commerciale Recensito da Ufficio tecnico
Voto
Grossküchentechnik Ristormarkt

Kompetenz seit über 100 Jahren!
Unter der kompetenten Leitung unserer Projektingenieure, mit dem Know How unserer Spezialisten und unter besonderer Berücksichtigung IHRER Bedürfnisse entsteht eine funktionelle Einheit: IHRE KÜCHE.

Unsere Stärken
Wir fügen Qualitätsprodukte aus eigener Fertigung mit den Marktprodukten namhafter Hersteller zu einer funktionierenden Einheit zusammen.
Wir realisieren Objekte, die es in keinem Katalog gibt.
Wir vereinen Ideen und Ansprüche des Kunden mit unseren Erfahrungen zu einer optimalen Lösung.
Wir bieten höchstes technisches Know How durch permanente Weiterbildung. (pubblicato il 03/12/2016)
Il nostro consiglio tecnico commercialeRecensito da Ufficio tecnico
Voto
Ristormarkt der Fachmarkt für Gastronomie und Hotellerie, aber auch Nah- und Sofortversorger für Imbissstuben, Heurigenbetriebe, Fleischereien, Bäckereien und die Landwirtschaft.

Ihr Einkauf im Ristormarkt soll ein Erlebnis sein. Der Ristormarkt bietet neben einer angenehmen Atmosphäre, ein nach Produkten übersichtlich gegliedertes Sortiment. In Vorführzonen und in der Schauküche haben Sie die Möglichkeit zur Information und praktischen Erprobung des von Ihnen ausgewählten Produktes.

Auf 1000m2 Ausstellungsfläche finden Sie in unserem Ristormarkt in Loosdorf alles für Küche und Schank; traditionelle Küchengeräte und Küchenmaschinen, Kühlgeräte, Kaffeemaschinen, Bargerät bis hin zu Töpfen, Küchenutensilien und Gläsern - übersichtlich angeordnet und in reicher Auswahl. (pubblicato il 03/12/2016)
Il nostro consiglio tecnico commerciale e consulenzaRecensito da Ufficio tecnico
Voto
La nostra società è operante nel settore della attrezzatura destinati alla grande ristorazione completamento forniamo anche

Ricerche correlate a Cuoci riso
cuociriso tupperware
cuociriso giapponese
cuociriso elettrico prezzi
cuociriso come funziona
miglior cuociriso
cuociriso ricette
cuociriso elettrico ricette
cuociriso elettrico lidl
(pubblicato il 14/10/2016)
MATERIALI PER COTTURARecensito da Ufficio tecnico
Voto
MATERIALI PER COTTURA

La varietà di materiali, forme e dimensioni attualmente disponibili consentono al consumatore di poter disporre di strumenti appropriati a qualsiasi tecnica di cottura scelta e utilizzata.
Strumenti e metodi di cottura, opportunamente combinati, permettono infatti di poter “amalgamare” sapientemente saperi e sapori, nostrani ed internazionali, per dare vita ad un’alimentazione gustosa, sicura e salutare adatta a grandi e piccini.
Ecco quindi una lista aggiornata relativa ai materiali utilizzati per la cottura delle pietanze.

pentole in alluminio crafond alluminio
Alluminio
Le doti principali delle pentole e dei tegami da cottura in alluminio sono la leggerezza e l’elevata conducibilità termica.
L’alluminio non rivestito risulta il metallo maggiormente impiegato nel campo della ristorazione, mentre la facilità con la quale il cibo si attacca al fondo e la non idoneità all’impiego in lavastoviglie ne limitano fortemente l’ uso nelle cucine domestiche.
La qualità di un tegame in alluminio è direttamente proporzionale allo spessore dello stesso.
Un elevato spessore garantisce una distribuzione uniforme del calore e la planarità dei fondi, caratteristica fondamentale nel caso di impiego su piastre vetroceramiche.
L’alluminio tal quale non è idoneo all’utilizzo su piani ad induzione. Per diventare idoneo all’impiego su fonti di calore ad induzione deve essere combinato con un metallo ferromagnetico.
Altra caratteristica fondamentale dell’alluminio, destinato alla produzione di materiali ed oggetti destinati ad entrare in contatto con gli alimenti, è la conformità ai requisiti di purezza indicati negli allegati del Decreto n°76 del 18 aprile 2007 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n°141 del 20 giugno 2007.
Vantaggi: l'alluminio è un materiale che ha un'alta capacità di condurre il calore, garantendo un notevole risparmio energetico. Resiste bene agli sbalzi di temperatura e, se di spessore adeguato, agli urti. Non necessita di manutenzione. Ha un buon rapporto qualità/prezzo.
Svantaggi: è sconsigliato lavarli in lavastoviglie. Per l'ossidazione spontanea del metallo, con il tempo, all'interno delle pentole si forma una patina scura che non andrebbe eliminata perché rappresenta una "barriera protettiva" ma che non è il massimo sotto il profilo estetico.

Alluminio con rivestimento antiaderente

Un utensile in alluminio antiaderente ha tutte le prerogative di un utensile in alluminio non rivestito (maneggevolezza, capacità di condurre il calore) aggiungendo a queste il fatto di essere antiaderente.Il rivestimento antiaderente maggiormente impiegato per rivestire padelle e tegami in alluminio è a base di PTFE.
Il PTFE è un polimero inerte dotato di elevata resistenza termica e chimica.Ultimamente l’impiego del PTFE come materiale per rivestire utensili da cottura è stato messo in discussione a causa di notizie errate nate dall’aver confuso un altro composto (il PFOA) con il PTFE.in particolare il PFOA risulta essere assente nei rivestimenti antiaderenti di ottima qualità; i rivestimenti che vengono utilizzati per le lavorazioni di Fonderie Delllatorre, tutti certificati, sono scelti scrupolosamente in base a rigorosi parametri, primo fra tutti la sicurezza alimentare. I rivestimenti antiaderenti sono in commercio da più di 40 anni e sono sicuri per la loro destinazione d’uso. Agenzie di regolamentazione europee come l’EFSA (European Food Safety Authority) l’agenzia francese per la sicurezza alimentare AFSSA, agenzie statunitensi come la Food and Drug Administration (FDA) hanno affermato che i rivestimenti antiaderenti realizzati mediante fluoropolimeri sono sicuri per l’uso previsto in cucina.La stessa FDA ha ribadito che particelle di materiale antiaderente, anche nel caso in cui vengano accidentalmente ingerite, non costituiscono un pericolo per la salute.Grazie alla loro inerzia chimica, infatti, non subiscono alcuna trasformazione ma passano inalterate all’interno dell’organismo come una fibra alimentare, risultando quindi innocue per il nostro corpo.Per questi motivi l’uso di pentole e padelle graffiate non comporta alcun rischio per la salute del consumatore ma al limite andrebbe sostituito semplicemente perché esso cessa di assolvere alla sua specifica funzione di essere antiaderente.
A riprova della sua inerzia chimica e quindi della sua sicurezza, si evidenzia che il fluoropolimero utilizzato nei rivestimenti antiaderenti per padelle viene anche impiegato in chirurgia per rivestire gli stimolatori cardiaci ed anche in chirurgia toracica.
Le pentole con rivestimenti antiaderenti possono essere riscaldate a temperature fino a 260°C senza danneggiare il rivestimento. Questa temperatura è di gran lunga superiore a quella necessaria per bollire, friggere, cuocere in forno.noltre nel settembre del 2011 la rivista Altroconsumo ha messo sotto esame diverse padelle antiaderenti sottoponendole a rigorosi testAl di là delle diverse prestazioni evidenziate dai diversi modelli, l’indagine ha evidenziato l’assenza di rischi per la salute e anche nel caso di rivestimento graffiato non è stato rilevato il rilascio di sostanze pericolose.
La durata e la performance di un utensile antiaderente dipendono essenzialmente dallo spessore della padella e dalla qualità del rivestimento.Il surriscaldamento e l’abrasione/graffiatura sono i fattori che ne influenzano maggiormente la durata.
Un rivestimento di qualità applicato ad una padella sottile è un controsenso in quanto essa si surriscalderà facilmente e i risultanti punti di surriscaldamento saranno in grado di compromettere anche il miglior rivestimento. Tutte le considerazioni fatte precedentemente a proposito degli spessori negli utensili in alluminio valgono anche nel caso di utensili in alluminio antiaderente con l’aggiunta del fatto che uno spessore sufficientemente elevato agisce come una salvaguardia termica per il rivestimento stesso.Una notevole importanza al fine della durata e della qualità di un utensile antiaderente è quindi da attribuire al corpo in alluminio.Per garantire una durata superiore dei rivestimenti antiaderenti si consiglia di non usare utensili metallici taglienti, di non tagliare il cibo all’interno dell’utensile e di utilizzare utensili da cucina in legno, plastica o silicone. Si consiglia in ogni caso di utilizzare sempre una fonte di calore di dimensioni che si adattano a quelle del fondo dell’utensile; di centrare l’utensile sulla fonte di calore. È inoltre generalmente sufficiente una fiamma moderata.I rivestimenti antiaderenti da noi utilizzati ed utilizzati dalle aziende Italiane serie, sono a base di PTFE e non contengono Nichel, metalli pesanti e PFOA.
Le leggi che regolano la materia “alluminio antiaderente” sono le seguenti: Decreto Ministeriale del 21 marzo 1973 e successivi aggiornamenti. Decreto Ministeriale n°220 del 26 aprile 1993 e successivi aggiornamenti. Decreto Ministeriale n°220 del 26 aprile 1993 e successivi aggiornamenti. Direttiva CEE 2002/72/CE e successivi aggiornamenti.
Vantaggi: permette un grande risparmio energetico per l'elevata capacità di condurre il calore. Resiste agli urti ed alla corrosione e, se di buona qualità, agli shock termici.
Svantaggi: il rivestimento, se non di buona qualità, potrebbe usurarsi con il tempo.

pentole alluminio rivestimento ceramica

Ultimamente ha fatto il suo ingresso nel mondo dei rivestimenti per padelle, pentole e tegami la ceramica.
Il rivestimento in materiale ceramico, viene realizzato con tecnologia SOL-GEL, ottenendo un prodotto ibrido organico-inorganico avente proprietà intermedie tra quelle dei polimeri organici e degli ossidi vetrosi.
È importante sapere che le massime e più durature prestazioni delle pentole rivestite con rivestimenti ceramici si ottengono riducendo i lavaggi in lavastoviglie.
Vantaggi: Il rivestimento in ceramica, se è di buona qualità, resiste agli shock termici, alle alte temperature, alle abrasioni ed è abbastanza difficile da graffiare. È possibile ottenere una cottura più dorata e croccante.
Svantaggi: Le pentole con l'interno in ceramica sono più costose delle antiaderenti tradizionali e, purtroppo, risentono degli urti; in caso di cadute accidentali è possibile che si scheggino irrimediabilmente, rendendo la pentola inutilizzabile. Pur essendo antiaderente, il rivestimento in ceramica non è antiaderente quanto il PTFE e difficilmente si riesce a realizzare con tali padelle una cottura a secco senza l’aggiunta di condimenti. Infatti è necessario un minimo di condimento per cucinare senza che il cibo si attacchi

pentole acciaio

Gli acciai impiegati nelle padelle e nelle pentole sono solitamente acciai inossidabili.Essi sono essenzialmente leghe al Cromo-Nichel con eventuale aggiunta di altri elementi quali il Molibdeno, il Titanio ecc. che influiscono essenzialmente sulle loro proprietà di resistenza alla corrosione.Uno degli acciai maggiormente impiegato è L’AISI 304 conosciuto anche con il nome di inox 18/8 o inox 18/10 che nominalmente contiene il 18% di Cromo e l’8-10% di Nichel.
Inoltre possiedono doti eccellenti di resistenza e di durezza e, a livello di prodotto finito, offrono superiori proprietà meccaniche e superficiali se paragonati all’alluminio. Tuttavia, la scarsa conduttività termica dell'acciaio inossidabile è causa di frequenti problemi di surriscaldamento delle pareti a diretto contatto con la fiamma che possono determinare bruciature delle vivande.
Per ovviare a questa scarsa proprietà di diffondere il calore, le pentole in acciaio vengono spesso dotate di fondi in alluminio.
La capacità di trasmissione termica alle pareti dell’utensile resta comunque limitata.Le pentole in acciaio inossidabile sono utilizzate specialmente per le cotture in cui il calore è trasmesso dall’acqua, quali bollitura, per via della scarsa conduttività termica del metallo.
Questa caratteristica ne limita la versatilità.
Le leggi che regolano la materia “acciaio” sono le seguenti: Decreto n°258 del 21 dicembre 2010 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n°28 del 04 febbraio 2011.Vantaggi: ottima resistenza agli urti, agli sbalzi di temperatura,alle abrasioni ed alla corrosione. Non necessita di alcuna manutenzione.Svantaggi: ha una scarsa capacità di condurre il calore e comporta, di conseguenza, un grosso consumo di energia. E' piuttosto costoso. Inoltre a parità di dimensioni e di spessore, una pentola di acciaio inox pesa tre volte di più di una d’ alluminio. Importantissimo inoltre sottolineare il divieto di utilizzo per gli allergici al nichel.

Rame

Il rame è un metallo dotato di elevatissima conducibilità termica. Esso risulta secondo solo all’argento nella scala dei conduttori.
Questa caratteristica fa si che esso risulti un ottimo materiale per realizzare padelle, pentole e tegami.L’aspetto che ne limita maggiormente la diffusione è il costo. I contenitori in rame stagnato infatti hanno un prezzo spesso poco accessibile, per il costo elevato della materia prima e della stagnatura fatta ancora con metodo artigianale, ciononostante durano in eterno perché possono essere ristagnati internamente e rilucidati esternamente.
Poiché il rame si macchia facilmente, è utile ogni tanto strofinare lo strato esterno con limone nel quale è stato inserito sale, o con aceto e sale grosso, o con un impasto di aceto e farina gialla. È meglio non lavarlo in lavastoviglie.Anche il rame come l’ acciaio è un metallo ad elevato peso specifico pertanto i recipienti realizzati in rame risultano molto pesanti e poco maneggevoli.
Per tutte queste ragioni oggi l’impiego di pentole in rame è quasi esclusivamente limitato al settore professionale.
Il rame inoltre non è idoneo al contatto diretto con gli alimenti e viene spesso ricoperto con uno strato di stagno o abbinato ad altri materiali idonei al contatto alimentare quali l’acciaio o l’ alluminio.
Vantaggi: consente un notevole risparmio energetico perché dotato di eccellente conducibilità del calore. Resiste agli urti, agli sbalzi termici,alle abrasioni ed alla corrosione. Si può usare per servire a tavola grazie alla preziosa estetica della pentola.
Svantaggi: è necessario lucidarne l'esterno perché tende a scurirsi. Facilmente il cibo attacca. Periodicamente l'interno deve essere ristagnato. Molto costoso.

pentole in ferro
Ferro

Il ferro è un materiale dotato di scarsa conducibilità termica ma ottimo per le cotture brevi ed a calore elevato quindi per le fritture e le cotture al salto.Il ferro non è idoneo all’impiego in lavastoviglie in quanto tende ad ossidarsi

facilmente a contatto con l’acqua arrugginendo.
Vantaggi: prezzo molto contenuto.
Svantaggi: non può essere usato per la conservazione dei cibi ed è soggetto ad abrasioni e corrosione se si usano ingredienti acidi come il succo di limone o l'aceto. Tende naturalmente ad ossidarsi ed arrugginirsi ed è necessaria una costante manutenzione.

pentole in terracotta

Terracotta

La terracotta è un particolare tipo di ceramica ovvero un materiale inorganico non metallico duttile allo stato di natura e rigido dopo la cottura.La terracotta è un isolante termico quindi gli utensili realizzati con questo materiale si scaldano molto lentamente e più lentamente cedono il calore che hanno assorbito, mantenendolo a lungo nei cibi contenuti all’interno di essi.
Le pentole in terracotta sono quindi ideali per cucinare quei piatti che richiedono una cottura a fiamma bassa senza sbalzi di temperatura, in cui è importante che il riscaldamento avvenga in modo graduale ed uniforme: legumi, risotti preparati con chicchi integrali, minestroni di verdure, stufati di carne.
Le pentole di terracotta impiegate per la cottura sono smaltate sia internamente che, generalmente, esternamente (solo il fondo non viene trattato).Uno degli aspetti che ne ha limitato maggiormente la diffusione è la fragilità.Si consiglia infatti evitare di sottoporre utensili in terracotta a repentini shock termici.
Prima del primo utilizzo, una pentola di coccio nuova deve essere messa in ammollo in acqua fredda per almeno 12 ore. E’ consigliabile ripetere l’operazione di immersione, che permette di reidratare la terracotta che si è seccata durante la cottura, per alcuni minuti prima di ogni utilizzo per evitare rotture.
Bisogna evitare di metterla sulla fiamma diretta ma bisogna sempre utilizzare lo spargifiamma di rete che permette al calore di diffondersi in modo uniforme. Durante la cottura non utilizzare posate di metallo per mescolare altrimenti si rischia di graffiare la smaltatura.Le pentole di coccio si lavano molto facilmente riempiendole di acqua calda qualche ora così lasceranno tutto il grasso incorporato nella lunga cottura;poi si lavano con poco detersivo per i piatti utilizzando le spugnette antigraffio per evitare di rovinare la smaltature, e si sciacquano accuratamente.
Vantaggi: le pentole di terracotta permettono di mantenere il cibo a temperatura uniforme con piccole variazioni di fiamma; sono belle da portare a tavola. Si puliscono molto facilmente.
Svantaggi: sono piuttosto fragili, sensibili agli shock termici e spesso ingombranti e poco maneggevoli. Non possono essere subito riposte dopo il lavaggio, ma devono essere lasciate ad asciugare rovesciate o passate per qualche minuto nel forno ventilato caldo, affinché non si formino macchie di muffa, se non utilizzate con regolarità. Sconsigliato l'uso di strumenti metallici per mescolare il cibo per evitare di graffiare la smaltatura

pentole in porcellana

Porcellana

La porcellana è un particolare tipo di ceramica, che si ottiene a partire da impasti di una particolare argilla bianca (caolino), con l’aggiunta di feldspati e quarzo con cottura a temperature tra i 1300 e i 1400°C.Gli utensili in porcellana non vanno confusi con utensili in alluminio o acciaio rivestiti con rivestimenti ceramici.
Questi ultimi non hanno nulla a che vedere con la porcellana ma ne riprendono solo l’aspetto estetico grazie ad una colorazione chiara del rivestimento interno.Gli utensili da cottura in porcellana sono dotati di elevata durezza e bassa presenza di porosità. Sono ideali per la preparazione di zuppe, salse possono essere usati nel forno tradizionale e a microonde.Se impiegati sul fuoco devono essere utilizzati appositi spargifiamma anche se esistono modelli studiati e sviluppati per poter resistere alla fiamma diretta.

pentole in ghisa

Ghisa

La ghisa è una lega ferro-carbonio e non contiene nichel.
Materiale perfetto sia per la cottura alla piastra, sia per zuppe e stufati perché accumulando calore permette cotture lunghe a fuoco basso. Attualmente molti utensili in ghisa sono messi in commercio rivestiti con materiale anti-aderente, quindi più comodo da pulire.
La pulizia è proprio il lato debole delle pentole in ghisa: è necessario aspettare che si raffreddi, prima di lavarla, perché si rischia la rottura. Le pentole in ghisa che non hanno il rivestimento protettivo contro la corrosione, vanno periodicamente scaldate e strofinate con olio.È uno dei materiali che meglio trattiene il calore, lo diffonde lentamente e lo distribuisce in modo perfettamente omogeneo, qualunque sia il piano di cottura. La ghisa smaltata trattiene altrettanto bene anche il freddo, perciò può essere impiegata per conservare gli alimenti in frigorifero.
La ghisa ha un peso specifico elevato, gli utensili in ghisa risultano quindi estremamente pesanti e difficili da manovrare.
Vantaggi: conserva il calore per molto tempo.
Svantaggi: pesante, fragile, la pulizia è laboriosa e necessita di manutenzione.

pentole in pietra ollare

Pietra ollare

Questo materiale è dotato di eccezionale resistenza alle alte temperature ed ha grandi capacità di accumulare calore.
Possono essere realizzate in questo materiale sia piastre che vere e proprie pentole. Le piastre, solitamente dotate di spessore elevato, possono essere posizionate sopra la brace del barbecue o del camino.Sono solitamente provviste di una intelaiatura metallica per renderla stabile sul fuoco e di manici per poterla muovere.
Sono ideali per cuocere carne, pesce, verdure.
Pentole e casseruole sono invece adatte alle lunghe cotture in umido come stufati e brasati. Grazie alla sua elevata capacità termica, una volta riscaldata la pentola di pietra ollare, mantiene, infatti, una temperatura costante e uniforme.
Tra gli aspetti negativi ricordiamo un peso elevato e il fatto che richiedono molto tempo per essere riscaldate e poi raffreddate. La pietra ollare, infatti, deve essere portata gradualmente a temperatura con una sorgente di calore qualsiasi molto debole(vetroceramica, gas, camino).
È possibile cucinare gli alimenti desiderati senza aggiungere grassi. Il costo è elevato e notevolmente superiore rispetto a una normale casseruola in alluminio antiaderente. La prima volta che si usa un utensile in pietra ollare, deve essere lavato con acqua salata e asciugato con cura. Non vanno usati detersivi per il lavaggio. Successivamente l’utensile va unto con olio d'oliva e tenuto unto per un giorno. Si consiglia di scaldare l’utensile in modo graduale su una fonte di calore assicurandosi che il fuoco sia omogeneo su tutta la superficie in modo da evitare dilatazioni diverse che potrebbero causarne la rottura. Se si usa il fornello a gas usare uno spargifiamma. Non va mai usata acqua fredda per raffreddare un articolo in pietra ollare ma va lasciato raffreddare lentamente. Una volta tiepido utilizzare un panno imbevuto di aceto e un raschietto o spazzola in ferro.
Vantaggi: sebbene impieghi molto tempo per scaldarsi, la struttura ricca di intercapedini di questo materiale naturale permette di mantenere e conservare il calore per molto tempo. La pietra ollare è estremamente impermeabile e non necessita di alcuna smaltatura a vantaggio dell'igiene.
Svantaggi: è un materiale soggetto a rotture per gli urti. Poco pratica da maneggiare, pesante ed alquanto costosa.

pentole in vetro pyrex

Vetro

Il vetro, talvolta indicato anche con il nome commerciale di Pyrex, è un materiale particolarmente indicato per l’impiego a contatto con sostanze alimentari. Le sue doti di inerzia chimica, trasparenza e resistenza al calore lo rendono ideali per il suo impiego come materiale per utensili da cottura. Il vetro non è però un buon conduttore termico, caratteristica che ne limita l’impiego solo nel forno tradizionale oppure in quello a microonde.
Il vetro risulta purtroppo essere fragile e poco resistente a brusche variazioni di temperatura.
Vantaggi: poco costoso, si pulisce facilmente, si può sterilizzare, adatto alla conservazione degli alimenti, bello da portare in tavola.
Svantaggi: fragilissimo e poco resistente agli sbalzi termici.

Tutti i materiali citati sono regolamentati dalle leggi, direttive e linee guida visibili nei siti dell’EFSA (European Food Safety) e COE (Council of Europe).

Fonte: Ministero della Salute, EFSA (European Food Safety) e COE (Council of Europe). (pubblicato il 02/07/2016)

Scrivi la tua recensione

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

Tag prodotto

Tag prodotto

Usa gli spazi per tag separati. Usa apostrofi singoli (') per frasi.

M2 - I1 - A0

FAQ - Domande Frequenti

Prima di inserire una domanda ti invitiamo a leggere le "Domande Frequenti", forse troverai subito la risposta

Inserisci una domanda

Please Sign up or Log in to ask a question

Prodotti alternativi

Cuociriso elettrico inox, cap. 10 litri

Cuociriso elettrico inox, cap. 10 litri

Prezzo di listino: 548,00 €

Prezzo Offerta 224,68 €





Attrezzature consigliate per nuove aperture

Per la tua nuova attività di ristorazione. Scegli i kit nuove aperture con il massimo risparmio! Sono disponibili kit di attrezzature per ristorante, pizzeria, bar, hamburgherie, paninoteche, laboratori di pasta fresca Kebab ecc. Non esitare a contattarci per avere consigli e suggerimenti sulle migliori soluzioni per la tua nuova attività. Grazie alla pluriennale esperienza nella fornitura di arredi e attrezzature per la ristorazione siamo in grado di curare nei minimi dettagli per la realizzazione di grandi cucine. Queste convenzioni sono disponibili anche direttamente sul nostro web. Fai qui la tua scelta di attrezzature ideali per le tue esigenze. Scopri tutti i kit


Scegli il kit per la tua attività


E' semplice acquistare "Cuociriso elettrico smaltato bianco, cap. 5 litri" su Ristormarkt - Spedizioni in tutta Italia mezzo Corriere Espresso. Scopri altri prodotti nella categoria: Cuoci riso »»»
La Ristormarkt progetta, produce, distribuisce e assiste una linea completa di apparecchiature per la ristorazione professionale. Diversi marchi affermati, concentrati in un unico gruppo, danno vita a una delle maggiori realtà nel campo della produzione e distribuzione di apparecchiature professionali per la ristorazione.
Garantiamo assistenza pre-vendita e post-vendita, servizi di installazione e montaggio, personale tecnico preparato e sempre aggiornato, sistemi per sostituzioni temporanee a garanzia della continuità lavorativa, possibilità di interventi entro le 24 ore dalla chiamata, attività di manutenzione preventiva ed estensioni di garanzia sulle nostre attrezzature fino a 5 anni.
Grazie a numerosi punti vendita e sedi in tutta Italia garantiamo un servizio di consegna, consulenza ed assistenza capillare su tutto il territorio nazionale. Scopri la sede più vicina: Trova una sede