Servizio ClientiTel. (+39) 02 933 099 28 | (+39) 0383 89 06 12

Benvenuto!

- 60 %

Friggitrice a gas su vano con portina, cap. utilizzo 23 litri

Prezzo di listino: 3.518,00 €

Prezzo Offerta 1.407,20 €

(* prezzi espressi iva esclusa)
Macchine Alimentari a prezzi sottocosto
Omaggi per acquisti
Servizio Clienti


Ristormarkt

Trova una sede
Trova la sede più vicina a te per acquistare i nostri prodotti.Trova una sede...

Consegna Espressa
Spedizioni in tutta Italia mezzo Corriere Espresso Leggi tutto...

Pagamenti Sicuri!
Diversi metodi di pagamento per effettuare acquisti sul nostro sito. Leggi tutto...

FAQ
Consulta le domande poste frequentemente Vedi le FAQ...

Descrizione prodotto

Dettagli

Friggitrice Multi power su mobile con alimentazione a gas potenza 21 kW. La carrozzeria è interamente in acciaio INOX, la vasca è stampata con zona fredda e ampio invaso per un espansione sicura dell'olio, angoli arrotondati permette una semplice pulizia. Ll'accensione del bruciatori avviene tramite gruppo pilota tradizionale ed il controllo della temperatura 100°C fino 200 °C, tramite sonda termostato posta nella parte anteriore della vasca
Ulteriori informazioni
Capacità 21 litres
Dimensioni (Larg x Prof x Alt) mm 400 x 735 x 870
Energia Gas
KW gas 21,000
Temperatura +100°C/+200°C
Modello AMZ0001/NM

Recensioni

Recensioni utenti (1)

il consiglio tecnico commerciale Recensito da Ufficio tecnico
Voto
La Friggitrice:
Il procedimento della frittura di alcuni cibi, già conosciuto e usato dai Romani (che erano particolarmente goderecci), è oggi considerato da alcuni esperti dell’alimentazione non sano, in quanto troppo grasso. E’ allora rilevante utilizzare la friggitrice, uno strumento che può aiutarci ad ottenere una frittura sana e croccante.

Tipi di frittura

Per friggere un qualunque alimento possiamo scegliere l’olio (di arachide, di semi di girasole, di oliva), o lo strutto, o il necessario burro chiarificato (privo di tutti gli elementi grassi).

La qualità dell’olio è importante per ottenere una frittura sana, non bisogna utilizzare lo stesso olio per due volte, poiché questo nuoce alla salute (se ripetuto nel tempo). Ci sono in commercio tipi di olio particolarmente leggeri e adatti per la frittura (come per es. il Friol).

Esistono varie tipologie di frittura:

Frittura semplice (o naturale): è l’ideale per cibi asciutti come le patate e le uova. Insomma, la classica “frittata”! Si fa scaldare l’olio rendendolo bollente, poi si immerge l’alimento (se si tratta di patate o altre verdure come per es. le zucchine) e si lascia friggere. Dopo di che si procede alla scolatura. La pentola può essere ripulita dall’olio utilizzando una carta assorbente, prima di procedere al lavaggio con il detergente per i piatti.
Frittura con impanatura: l’impanatura è un procedimento che conferisce ai cibi un sapore croccante ed un aspetto dorato ed invitante. Ogni brava casalinga esperta in cucina sa che esistono diversi modi per impanare i cibi. Pensiamo per esempio alla cotoletta. Oltre ad immergerla nell’uovo sbattuto, possiamo poi passarla nel pane grattugiato , a cui possiamo anche aggiungere del formaggio grattugiato. Una variante: passare la cotoletta prima nella farina e poi dopo nell’uovo sbattuto e nel pane grattugiato. Così facendo la frittura risulterà più croccante. Se non vogliamo usare l’uovo sbattuto possiamo sostituirlo con farina diluita con acqua, a cui aggiungeremo un pizzico di sale. Durante la frittura è indispensabile che l’olio rimanga pulito.
Frittura con infarinatura: di solito si usa la farina bianca, ma anche quella gialla può essere una valida alternativa (soprattutto in alcune ricette). Il cibo da friggere viene prima passato nella farina, si può anche passarlo nell’uovo sbattuto o bagnarlo leggermente per far sì che la farina aderisca maggiormente. Dopo averlo fritto, è buona abitudine lasciare riposare il cibo per qualche minuto, facilitando l’assorbimento dell’olio sulla carta assorbente che avremo provveduto a sistemare sotto il recipiente che contiene la frittura.
Frittura con pastella: la pastella si ottiene mescolando uova (si può utilizzare solo l’albume o il tuorlo, o entrambi), birra, latte, o anche spezie e formaggio grattugiato. Possiamo aggiungere anche un lievito di birra alla pastella per darle maggiore consistenza e densità. Immergiamo il cibo nella pastella e poi friggiamo.
Che cos’è
Di solito una friggitrice è realizzata in plastica o in acciaio. Si tratta di un contenitore in cui si pone a friggere l’olio, e che si chiude quando non si usa. E’ munito di un filtro antiodore, e rivestito di un vetro trasparente che consente di seguire la cottura del cibo all’interno.

Il filtro è utile anche per evitare gli eventuali schizzi di olio bollente. Poi c’è il cestello, la cui misura varia a seconda della marca di riferimento e il termostato che segnala la temperatura dell’olio.

La temperatura è importante, bisogna sempre osservare che non ecceda i limiti stabiliti e che le parti interne dell’apparecchio non si surriscaldino.

I vari modelli di friggitrice devono infatti sempre rispettare le norme di sicurezza in termini di temperatura interna, ed essere dotati di una spia luminosa che avvisa quando l’olio giunge alla temperatura stabilita. Ci sono in commercio due tipi di friggitrice: quella a gas e quella elettrica.

La friggitrice in acciaio inox è di sicuro la migliore, anche dal punto di vista igienico. Il filtro antiodore, posto sotto il coperchio, riduce notevolmente l’odore della frittura, e questo è un grande vantaggio rispetto alla padella tradizionale.

Ovviamente per eliminare del tutto l’odore della frittura sarà necessario anche durante la cottura del cibo nell’apparecchio. avere una cappa di aspirazione -Anche la cottura dei cibi con la friggitrice è notevolmente migliore, perché possiamo regolare la temperatura dell’olio e mantenerla costante, e questo non è possibile utilizzando la padella.

Abbastanza comodo è il rubinetto per scolare l’olio dopo la frittura. All’interno della friggitrice vi è una zona fredda, in cui si depositano le scorie della frittura, che vengono tenute distinte dal resto del cibo. E’ bene che il recipiente dell’olio sia facilmente smontabile.

Questi elementi sono presenti sia nei modelli a gas che in quelli elettrici. Attenzione però ad utilizzare la friggitrice con la dovuta cautela, in particolare occhio ai manici del cestello, che potrebbero provocare scottature. In particolare, se ne abbiamo acquistata una elettrica, accertarsi che siano presenti i tasti di accensione e spegnimento.

Meglio non optare per modelli di friggitrice economici, poco funzionali e sicuri! Per una scelta ponderata bisogna valutare il materiale della struttura. Meglio l’acciaio inox, e la plastica solo se vi sono alcune garanzie sicurezza ( per esempio che non vi sia il rischio di surriscaldamento delle pareti esterne).

Se non vi è un tubo di scarico dell’olio, accertarsi che almeno vi sia una vaschetta facile da asportare, per procedere alla pulizia. Sempre per la friggitrice elettrica, è bene anche valutare la potenza dell’apparecchio.

Si consiglia per una buona frittura (ed anche sana) l’uso di olio di girasole e d’arachide. Da evitare invece i grassi animali, che non sono l’ideale per una corretta alimentazione. Invece i grassi vegetali contengono vitamina E ed altri acidi grassi essenziali. Non usare oli di noce, di oliva o di soia nelle friggitrici.

L’olio di arachide è particolarmente adatto per le fritture, ha una composizione simile a quella dell’olio di oliva. La sua caratteristica principale è di restare inalterato anche con alte temperature. Non usare grassi solidi all’interno della friggitrice.
Nella friggitrice è possibile mantenere l’olio ad una temperatura di massimo 190°C, dopodiché è consigliabile cambiarlo.
Prima di procedere alla frittura del cibo bisogna far riscaldare la friggitrice. Il tempo dipende dal modello disponibile e dalla misura del cestello, e varia dai 10 ai 18 minuti. Quando l’apparecchio raggiunge la temperatura ideale, la spia luminosa di solito si spegne.
Attenzione a non riempire la friggitrice oltre il limite della sua capienza, ma tenere sempre sotto controllo il livello minimo e massimo dell’olio.
Se dobbiamo cuocere cibi in pastella non caliamoli direttamente nel cestello, ma prima abbassiamo il cestello nell’olio e dopo aggiungiamo il cibo.
Per un corretto e prolungato uso della friggitrice è consigliabile cambiare i filtri dopo circa 35 fritture. Se si tratta di filtri quadrati a rete, dopo 20 fritture. Se si frigge pesce è meglio utilizzare un filtro separato e cambiare l’olio dopo ogni cottura.
Attenzione a non mischiare mai tipi diversi di olio, perché compromettono la buona riuscita della frittura, raggiungendo in tempi diversi la temperatura giusta per la frittura.
Se la friggitrice emana odori sgradevoli, può dipendere dal filtro. Quindi sarà meglio sostituirlo, o anche cambiare tipo di olio.
Se l’oblò di osservazione presenta una condensa che impedisce la visuale, strofinare su di esso succo di limone o una metà di patata.
Se il cibo dopo la frittura risulta essere molle o non assume la classica doratura, forse non abbiamo inserito olio a sufficienza. Oppure abbiamo messo poco cibo, o lo abbiamo posizionato male.
E’ sempre consigliabile friggere piccole quantità di cibo, e cuocerlo per il giusto tempo (se non è abbastanza croccante e dorato, si può aumentare di poco il tempo di cottura).

Se cerchiamo una friggitrice di ottima qualità ma anche funzionale, maneggevole, facile da usare ed anche da pulire, il marchio proposta dalla Ristormarkt che presenta una vasta gamma di modelli, dai più economici a quelli più “elaborati”.

Cibi fritti: pro e contro

I detrattori affermano che i cibi fritti fanno ingrassare, sono difficilmente digeribili, ricchi di colesterolo, pieni di grassi e – in alcuni casi- di additivi. Di certo il cibo fritto è ipercalorico, se pensiamo che le calorie sono 280 per le verdure (considerando 100 grammi), 400 per la carne e 600 per le mozzarelle impanate e le tanto amate patatine fritte!

Ma è anche vero che un bel piatto di frittura è gustoso ed invitante, e sostituisce benissimo i soliti monotoni secondi di carne. Oppure pensiamo al pesce, anche quello più insipido, che fritto acquista un sapore diverso, decisamente più buono. La parola d’ordine è: moderazione.

Di certo la frittura (e soprattutto le verdure) non può nuocere se consumata per 1 o 2 volte al mese, ovviamente da servire come piatto unico. E le patatine fritte? Meglio se le usate come contorno ad un piatto di carni magre, alla griglia o arrosto.

E’ consigliabile non associarle a polpette o hamburger, rappresentano un vero attentato alla salute del nostro fegato! E’ importante controllare l’alimentazione dei bambini, evitando appunto che eccedano nel consumo di alimenti fritti comprati al fast-food.

La frittura è assolutamente da evitare per i malati di ulcera e gastrite, per le persone in sovrappeso, per chi ha problemi al fegato, per chi ha i valori di colesterolo e trigliceridi molto alti. Teniamo presente che l’assimilazione e la digestione di cibi fritti risulta difficile anche per l’individuo più sano!

Ricordiamo di essere particolarmente attenti alle modalità di frittura dei cibi, perché da questa dipende la riuscita di una buona frittura. Quindi occhio a poche ma essenziali regole. La temperatura dell’olio – a detta di esperti chef – è quello che fa la differenza.

Quindi nel caso si utilizza la friggitrice questa regolerà automaticamente la temperatura ottimale, che possiamo fissare sui 170°C. Altro passo importante e da non sottovalutare è la preparazione degli alimenti per la cottura.

Nel caso della verdura, lavarla accuratamente e tagliarla come si vuole (a spicchi, a bastoncini, alla julienne). Dopo di che asciugarla bene, in modo da favorire una buona infarinatura uniforme.

Un segreto? Sia per la verdura che per il pesce, è bene immergerli in acqua ghiacciata prima di gettarli nell’olio. Il risultato? Un frittura più dorata e croccante! Se si devono friggere cibi più voluminosi, come le crocchette di pollo o il pesce, è consigliabile diminuire il calore di almeno 15°C, in modo che all’interno il cibo non rimanga crudo.

Altra buona abitudine è quella di usare la carta assorbente nel recipiente che conterrà il cibo fritto, in quanto assorbe l’olio in eccesso evitando che impregni il cibo stesso.

​La ristormarkt propone ​Attrezzature per Ristoranti​ un programma ​ più assortit​o ​ del nostro E-commerce.comprende: Affettatrici, Cappe di Aspirazione, Carrelli di Servizio, Confezionatrici e Sottovuoto, Friggitrici, Fry top, Gyros Kebab, Macchine per Pasta Fresca, Mixer ad Immersione e tanto altro ancora... Ciascun prodotto è attentamente selezionato e assemblato seguendo i più rigidi standard di progettazione, per garantirti sempre efficienza, sicurezza e durata nel tempo nella tua Cucina.Tutti gli articoli sono corredati da una dettagliata scheda di presentazione, dove potrai confrontare dimensioni, funzionalità e caratteristiche con le tue reali esigenze. Qui puoi trovare tutto quello che ti serve per ampliare e migliorare il tuo servizio in Cucina. Nei vari menù puoi trovare l'attrezzatura più adatta alle tue esigenze scegliendo fra centinaia di articoli. Dalle friggitrici di ultima generazione che più si adattano ai tuoi spazi ai carrelli espositori in legno più elegante per il tuo locale.Noi di ​Ristormarkt proponiamo ​Attrezzature Professionali crediamo che l’informazione nei confronti dei nostri clienti sia un punto chiave per renderli soddisfatti del proprio acquisto, che sia un piccolo utensile da Cucina, piuttosto che Attrezzature per ristoranti piu' complesse. Il nostro sistema e-commerce, inoltre, permette acquisti sereni in totale sicurezza, per garantire ad ognuno transazioni trasparenti e la più totale soddisfazione. Attrezzature Professionali, in più di 10 anni di attività, è stata in grado di ascoltare i mutamenti del mercato, assecondando le esigenze dei propri clienti.spedizioni in tutta Italia​ ​e all'estero.​ (pubblicato il 31/07/2016)

Scrivi la tua recensione

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

Tag prodotto

Tag prodotto

Usa gli spazi per tag separati. Usa apostrofi singoli (') per frasi.

M0 - I0 - A0

FAQ - Domande Frequenti

Prima di inserire una domanda ti invitiamo a leggere le "Domande Frequenti", forse troverai subito la risposta

Inserisci una domanda

Please Sign up or Log in to ask a question

Prodotti alternativi

Friggitrice a gas per pasticceria su mobile, cap. 35 lt.

Friggitrice a gas per pasticceria su mobile, cap. 35 lt.

2 Recensione(i)

Prezzo di listino: 4.178,00 €

Prezzo Offerta 2.005,44 €

Friggitrice a gas su mobile - cap. olio 17+17 lt.

Friggitrice a gas su mobile - cap. olio 17+17 lt.

3 Recensione(i)

Prezzo di listino: 3.958,00 €

Prezzo Offerta 1.583,20 €

Friggitrice a gas 2 vasche capacità 8+8 lt.

Friggitrice a gas 2 vasche capacità 8+8 lt.

2 Recensione(i)

Prezzo di listino: 2.600,00 €

Prezzo Offerta 1.248,00 €

Friggitrice a gas, 2 vasche capacità 8+8 lt.

Friggitrice a gas, 2 vasche capacità 8+8 lt.

1 Recensione(i)

Prezzo di listino: 2.290,00 €

Prezzo Offerta 1.030,50 €

Friggitrice a gas su mobile - cap. olio 17 lt.

Friggitrice a gas su mobile - cap. olio 17 lt.

1 Recensione(i)

Prezzo di listino: 2.000,00 €

Prezzo Offerta 880,00 €

Kit nuova apertura polleria

Kit nuova apertura polleria

Da: 148,80 €

A: 25.640,94 €





Attrezzature consigliate per nuove aperture

Per la tua nuova attività di ristorazione. Scegli i kit nuove aperture con il massimo risparmio! Sono disponibili kit di attrezzature per ristorante, pizzeria, bar, hamburgherie, paninoteche, laboratori di pasta fresca Kebab ecc. Non esitare a contattarci per avere consigli e suggerimenti sulle migliori soluzioni per la tua nuova attività. Grazie alla pluriennale esperienza nella fornitura di arredi e attrezzature per la ristorazione siamo in grado di curare nei minimi dettagli per la realizzazione di grandi cucine. Queste convenzioni sono disponibili anche direttamente sul nostro web. Fai qui la tua scelta di attrezzature ideali per le tue esigenze. Scopri tutti i kit


Scegli il kit per la tua attività


E' semplice acquistare "Friggitrice a gas su vano con portina, cap. utilizzo 23 litri" su Ristormarkt - Spedizioni in tutta Italia mezzo Corriere Espresso. Scopri altri prodotti nella categoria: Friggitrici »»»
La Ristormarkt progetta, produce, distribuisce e assiste una linea completa di apparecchiature per la ristorazione professionale. Diversi marchi affermati, concentrati in un unico gruppo, danno vita a una delle maggiori realtà nel campo della produzione e distribuzione di apparecchiature professionali per la ristorazione.
Garantiamo assistenza pre-vendita e post-vendita, servizi di installazione e montaggio, personale tecnico preparato e sempre aggiornato, sistemi per sostituzioni temporanee a garanzia della continuità lavorativa, possibilità di interventi entro le 24 ore dalla chiamata, attività di manutenzione preventiva ed estensioni di garanzia sulle nostre attrezzature fino a 5 anni.
Grazie a numerosi punti vendita e sedi in tutta Italia garantiamo un servizio di consegna, consulenza ed assistenza capillare su tutto il territorio nazionale. Scopri la sede più vicina: Trova una sede